Argento Fisico

Ovvero: Pararsi un po' il cul* in questo pazzo pazzo mondo di carte filigranate, iperfinanza globalizzata e picco delle risorse

mercoledì 26 luglio 2017

Pensioni sociali a chi non le merita con una mano e offerta schiavi con l’altra.

Fresca fresca di giornata. Un’amica era alla CGIL per storie sue e mi racconta questa scenetta. Al banco una marocchina che parlava poco e male italiano. E la tipa della CGIL che attacca a consigliarla su come far prendere la residenza italiana ai suoi nonni, cosi’ si beccheranno la pensione sociale anche se non hanno mai versato una lira di contributi in Italia :O 

Conosco nonne che hanno pagato contributi per lusgtri ma prendono una miseria di pensione, addirittura una mi parlava di 500 euro all’anno, visto che suo marito riceve una buona pensione di suo. Poi ci sono le milionate di italiani che prendono anche loro poco o niente di pensione, anche meno delle cifre di cui si parla qui. Ok, magari non hanno mai lavorato, magari hanno lavorato in nero, ma almeno, essendo stati in Italia una vita, avranno pagato tutte le aliquote IVA so ogni cosa che hanno comprato in una vita, le accise sulla benza, le tasse sulle sigarette, il canone RAI ecc, ecc, ecc? Ecco.


Questa gente invece si becca sui 500 euro al mese senza aver mai versato una cippa di minchia. E magari senza mano aver mai, o quasi, messo piede in Italia, perche’ pare che molti prendano una residenza farlocca e poi scompajano a casa loro, dove 500 euro al mese sono anche una signora pensione. Bello eh? Giusto soprattutto. 


Vox News - INPS SMENTISCE IL SUO PRESIDENTE: “IMMIGRATI CI STANNO PROSCIUGANDO LE CASSE” 
Ogni anno aumenta l’assegno che l’Italia versa come sostegno sociale agli immigrati. La legge, voluta dal governo Prodi, prevede che chiunque possa godere in Italia della pensione sociale, basta avere più di 65 anni. Nella lista ci sono anche residenti rifugiati, titolari di protezione sussidiaria e coloro che soggiornano per un lungo periodo. I soggetti, che ne possono beneficiare, devono avere un reddito basso, al di sotto dei 5.824,91 €.
L’Inps, smentendo il suo fanatico presidente di nomina piddina Boeri, sta denunciando che il costo per sostenere la spesa aumenta ogni anno, e le casse ne risentono notevolmente. L’assegno erogato è di circa di 450 € per 13 mensilità. Prendono anche la tredicesima. 
http://voxnews.info/2017/03/10/demografo-immigrati-bomba-demografica-e-non-ci-pagheranno-pensioni-leggi/ 
In caso di approvazione dello Ius Soli, la platea dei beneficiari si amplierebbe in modo devastante per l’Inps. L’Ente ammette che la situazione pensionistica in Italia è drammatica e non si può sostenere anche questo costo. L’Inps denuncia soprattutto che questa soluzione dovrebbe essere erogata senza alcun contributo versato, tolto direttamente dai lavoratori che ne hanno diritto
Secondo l’Inps, la spesa sociale e previdenziale, se lo Ius Soli verrà approvato, prosciugherà totalmente le proprie casse. 
Nel 2017, grazie ai controlli elettronici, si è scoperto che molti immigrati, che percepiscono la pensione, non sono più residenti in Italia. 
Il primo metodo è molto semplice. Inoltrare la richiesta all’Inps. Venire in Italia con ricongiungimento familiare richiesto dal figlio, rimanere con residenza e permesso di soggiorno per un anno in modo da verificare che l’assegno giunga all’effettivo nominativo. In seguito tornare a casa e far riscuotere l’assegno dal figlio. 
Il secondo metodo è quello di far arrivare un parente vicino ai 65 anni di età. Farlo restare il tempo per maturare la domanda e una volta accettata ecco che giunge l’assegno mensile. Ma basta anche avere un amico in Italia. 
Solo grazie agli ultimi controlli elettronici di banche, agenzie dell’Entrate e dell’Inps, si sono scoperti migliaia di questi furbetti. (...) 

Adesso, dimmi te se cose come queste non urlano vendetta! A me fa ribollire il sangue. Dicevo, dai, non e’ possibile, saran balle da leghista ... oggi una conferma “sul campo”. Gente della CGIL che si premura di far sapere per bene a questi "poveri immigrati" come fottere il sistema pensionistico italiano, in perfetta legalita’. Allucinante. Come fottere un INPS fra l’altro gia’ fottuta per bene a suo tempo dal costringerla a prendersi in carico la fallimentare gestione dell’INPDAP, la cassa immaginifica dei dipendenti pubblici, al fallimento grazie alle iperpensioni che erogava a fronte di contributi ridicoli. Allucinante. 

E no, non credo che ne sentirai parlare molto su RAI3 (o altrove, sono tutti uguali ormai i tg) o su Repubblica o dal bocconiano, DeBenedettiano Boeri. 


Scenari Economici - I LEGAMI FRA BOERI, DE BENEDETTI E SOROS… ECCOVELI QUI

Boeri: “ci regalano un 1% di PIL” (Come sono bboni! ... ma se sono almeno un 10% della popolazione, non dovrebbe essere un 10% di PIL?). By the way:



Uhmmm... sono un po’ dubbioso sui proclami di Boeri ... fra l’altro, appunto, non credo che lui consideri un sacco di "dettagli”, tipo che 1/3 almeno della popolazione carceraria italiana e’ composto da stranieri, e per quel che ne so costa almeno 3000 euro al mese un carcerato (35-40mila euro all’anno, paga pantalone). E i costi sul Sistema Sanitario Nazionale ci conteggia? E i benefit vari in sconti, case popolari, asili aggratis, scuole, ecc? Mmmmmm... 


... e se da un lato si regala, minando ulteriormente il sistema di protezione sociale italiano, ecco come con l’altra mano le Coop stanno introducendo forme di lavoro che difficilmente non fanno venire in mente la parola schiavitu’, tout court







I migranti «sono gentili, umili, volenterosi con un'ottima resistenza fisica e senza alcuna pretesa dal punto di vista retributivo, professionale o di turnazione», si legge testualmente.

No, dico, ma ci rendiamo conto? 


Poi, non so, come si puo’ campare con 400 euro al mese in Italia? Sara’ che, immagino, questi sono tutti “ospitati” dalle stesse Coop a 35 euro al giorno, quindi vitto e alloggio lo paghiamo noi contribuenti... Non contenti di aver cancellato, per esempio, l’articolo 18, i sinistri insistono .... ti giuro, non so come non si faccia a non rendersi conto che stanno applicando la ricetta per il disastro. Vien da domandarsi se non sia proprio questo il loro scopo, il loro obiettivo. Far slittare il paese nel terzo mondo, di pacca. 


Da una parte regalare pensioni a stranieri che non ne hanno nessunissimo diritto, dall’altro importare un esercito operajo di riserva (definizione di Marx, credo)... mah! Ma son “gran compagni!”, so’ “antifassisssti”, loro .... MAH! 




La ricetta per il disastro. Piu’ annunciato di cosi’ non si puo’. 


Non bastasse poi tutto questo sorridersi di eventi:



Esportiamo laureati a centinaja di migliaja e importiamo i piu’ gnurrrant del mazzo. 

Ma sara’ bellissimo amico della CGIL, sara’ come una pubblicita’ della Benetton, garantito, tutti colorati e felici. Sgur sgur.


Che tristezza, gente, vedere il proprio paese slittare cosi’ tragicomicamente verso il terzo mondo, verso la miseria, verso la totale marginalizzazione e colonizzazione ... tutto questo mentre la figura di merda di Renzie, Alfano, Gentiloni e soci non poteva essere piu’ eclatante, con Macron che a raccolto a Parigi i litiganti libici e ce l’ha sostanzialmente messo ancora una volta in culo, all’italia e all’ENI. La Germania che esporta a go-go grazie ad un marco (euro) svalutato grazie a noi e insieme da lezioncine e pretende, la Francia che ogni pie’ sospinto salva le sue imprese e compra le nostre, tutto svenduto, immigrazione stile apocalisse e democratici austriaci che schierano i carri armati al confine perche’ i “profughi” restino tutti qui, il tutto mentre gli italiani, laureati e qualificati in primis, migrano a suon di 250mila all’anno all’estero  ... che tristezza, gente, non ho parole, che fine squallida che stiamo facendo, fra faine e camerieri, mafiosetti e ladri di polli e curatori fallimentari a gestire il paese in questo schifo di modo. Che rabbia impotente, che squallore. 

QE

Rendiamoci conto:




Fra l’altro - io ne ho sempre e solo sentito parlare da Martin Armstrong - alla facciaccia di come l’hanno sempre raccontata, per esempio al raro piddino che si “addentrato” nel cercare di capire (giusto un pochino eh, che non ci si sciupi il cervello :D), e cioe’ che lo scopo dei QE sarebbe aumentare i prestiti da parte delle banche ai cittadini e in questo modo incentivare la mitica crescita dell’economia reale .. la Fed, come racconta Armstrong, da un tasso a tutti i miliardi che qualsiasi banca, non solo quelle US, depositi presso di loro. Quindi, a parte gli acquisti di azioni di multinazionali in ogni mercato, le banche invece di prestare soldi alla gente (la mitica palla) li hanno spesso e volentieri parcheggiati presso la Fed, e pure guadagnandoci in questo modo, cioe’ senza fare una beata fava. Bello eh? Con tanti saluti alla favola dei QE indirizzati all’economia reale, pompare il credito e bla bla bla. Chissa’ com’e’, eh, che i ricchi sono sempre piu’ ricchi. Chissa’. ;D



Tz! Poi le masse si perdono dietro ai vitalizzi, alla corruzione .... bello, per carita’, ma le briciole, la cazzo di BRICIOLE.


PS: Poi ti becchi i liberisti vari che se la prendono coi QE “socialisti”. Tz. Si, socialismo ... fra miliardari!

.. tho', un pajo di fake news dei merDia, en passant

Ma quante puttanate ci raccontano i merDia e i poteri “moderati contro i populismi”?

Se Brexit le cavallette per gli inglesi, ricordate? Per forze che ricordate, ci hanno sfranto i maroni per mesi. Infatti:



E confindustria preoccupata per le sorti dell’Italia e degli italiani (daje a ride, con confindustria in mano a delle multinazionali da decenni, Fiat, Marcegaglia, Mapei..) ai tempi del referendum Renzie? 


Dai, non e’ vero che mollavano queste palle, e’ un fake, dev’essere un fake ... eh no, ho trovato questa immagine, era proprio Confindustria su twitter



Ed e’ tutta cosi, tutta cosi’, tutta cosi.. queste sono solo un pajo di quelle che avevo sotto mano adesso ma basta accendere la tv e farsi un mezzo TG per fare il pieno di stronzate / mezze verita’ / balle a tutto tondo.... poi, LORO, vogliono fare la guerra alle fake news .... allucinate



lunedì 24 luglio 2017

Gaita: Monete complementari, dal Sardex al Tibex allo Scec ecco gli strumenti di scambio alternativi all’euro

Grazie a G.G. Tragicamente interessanti, purtroppo, i commenti. Chi vuole usarle per pagarsi l’hotel a Porto Cervo, chi si preoccupa del signoraggio (cioe’, nel Sardex, non nell’Euro o nel Dollaro della Fed!) ... ci meritiamo tutto. TUTTO.

Il Fatto - Monete complementari, dal Sardex al Tibex allo Scec ecco gli strumenti di scambio alternativi all’euro




Siccita'

Eccaalla’! Bisogna privatizzare (il sogno bagnato di Simoncelli-Bassi-Rebuffo-austriaci-NoiseFromAmerika-Giannino.... privatizzare tutto. Tranne la polizia, magari in belle divise nere in assetto da guerra, per bastonare chi, ridotto in miseria, cerca magari di mettere le mani sulla tua proprieta’ privata).



Ho sentito, naturalmente (sigh!) anche gente che dava la colpa alla Raggi (povera scema ma pero..!) santo cielo, sara’ colpa sua? Al massimo dei governi para-fasci e DP degli ultimi decenni, ti pare? E poi manco in realta’ perche la siccita, anche si mi dispiace dirlo :D, non sara’ colpa di Alemanno, sPolverini, e Piddini-Casamonica-Buzzi vari





Ma SOPRATTUTTO:





PS: I mitici Piddini (il piddino e’ il miglior amico del miliardario straniero, si sa)



Mmmm... ricordo male o ... ma non c’e’ stato anche un referendum in cui gli italiani hanno detto che l’acqua non puo’ e non deve essere privatizzata? Ricordero’ male, sicuramente Giachetta ...


PPS: Ora voglio migrare in Norvegia e pretendo di avere casa e viveri aggratise visto che e’ ufficiale, noi italiani siamo tutti migranti climatici, noh? (scappiamo dalla sete, manco dalla fame, capisci, dalla sete!) 


O no, no? ;D




PPPS: Mannaggia, guarda te a chi mi tocca dar ragione




---

Aggiornamenti. Ah! Ma ACEA E’ GIA’ MEZZA PRIVATA! 








Guardate, sia chiaro: il sottoscritto sono decenni che bestemmia contro il dipendente pubblico cazzone-burocrate-assenteista-inutile-mangiapaneatradimento, ma bisogna capire gli ordini di grandezza: il vero pericolo del mondo di oggi non sono i dipendenti pubblici ma le banche e le multinazionali, non sono gli stati, per marci che siano, ma il liberismo spinto e l’iperfinazializzazione del mondo post crollo del muro di Berlino, il pericolo vero sono i globalisti, a destra come a sinistra (per lo piu’ a sinistra!), quelli che vogliono istituzioni sempre meno democratiche e che se ne fottono di popoli interi e stanno solo a prendere ordini dal lobbista di turno .... IMF, Banca Mondiale, Banca dei Regolamenti Internazionali, BCE, UE, Washington.. il “sognato” Nuovo Ordine Mondiale ed un Governo Unico Mondiale ... anche questo Papa, si... piu’ si concentra il potere piu’ le genti se lo prendono e prenderanno in culo, per dirla chiara chiara.



Foa: Cara Boldrini, giù le mani dalla nostra libertà. A seminare odio è lei, non noi.

Se non l’avete ancora letto, consiglio un eccellente Foa:


L’ispiratrice del MinCulPop 2.0, Frau Blucher
Marcello Foa Blog - Cara Boldrini, giù le mani dalla nostra libertà. A seminare odio è lei, non noi.

(...) La Boldrini ci ha già provato cavalcando strumentalmente la polemica sulle Fake news. Ora che la fine della legislatura si avvicina e con essa la fine, mai tanto auspicata, del suo mandato di presidente della Camera. Sa di non avere più tempo e per questo invoca la censura. E lo fa furbescamente.
 
Quando “esige l’autoregolazione delle piattaforme al fine di rimuovere l’hate speech online” e invita a “stabilire la responsabilità giuridica sociale dei provider e delle piattaforme di social e a obbligarli a rimuovere con la massima tempestività i contenuti segnalati come lesivi da parte degli utenti“, intende togliere di mezzo i commentatori scomodi demandando a un ente astratto “gli utenti” il compito di giudicare chi semina odio e chi no. 
Quando propone di “sostenere e promuovere blog e attivisti no hate o testate che promuovono una contronarrazione” compie un’operazione orwelliana, perché si arroga il diritto di stabilire chi detenga la Verità, negando uno degli elementi costitutivi della democrazia: il confronto delle idee. 
Ma si supera quando sostiene “l’istituzione di un giurì che garantisca la correttezza dell’informazione”. Ma sì un miniculpop, il Ministero della Censura, che impedirebbe a voi, cari lettori, di leggere questo blog, o goofynomics di Alberto Bagnai o i tweet di Vladimiro Giacchè o i siti che a destra e a sinistra difendono il diritto a un’interpretazione diversa dalla realtà. 
Questi sono propositi inaccettabili in democrazia e fonte di rabbia e di diffidenza. Nei suoi confronti, cara presidente Boldrini. Perché, a ben vedere, la vera propagatrice d’odio è lei. Non noi.

leggi tutto QUI


Palombi:




venerdì 21 luglio 2017

DesJardins: Visualizing "Things To Come" - A Timeline Of Future Technology

Infografica riportata anche su Zero Hedge QUI sulle “magifiche sorti e progressive” che ci regalera’ l’onnipotente (sarc) scienza nei prossimi anni


Beh, il “nel 2028 diventera’ fattibile minare oro ed altro direttamente dai vulcani” mi fa un tantinello ridere.. basandosi su cosa? Il costo dell’energia a zero? Mah. 

2031 le batterie a diamanti ricavati dai residui radioattivi (!) delle centrali nucleare poi ... ehm ... 

2037 una stampante 3D in ogni casa (ma certo.. e i materiali per stampare? Ma gratis! :D)

2039 ogni casa sara’ un sistema energetico autosufficiente ... si, certo .... fra 22 anni ... energia e risorse, tutto gratis e soprattutto PER TUTTI, in tutto il mondo.

2044 la (mitica) fusione nucleare

2045 energia fotovoltaica direttamente dello spazio (h24 e sempre al max) e spedita giu’ sulla superfice del pianeta

....

MAH 

Chi vivra’ vedra’. Ma lo sapete, la mia idea e’ che ci sia UN TANINELLINO DI ECCESSIVO OTTIMSMO in tutte ste previsioni fantascientifiche. O meglio, probabilmente un sacco di 'ste cose ci saranno.... ma NON per 7-8-9-10 miliardi di persone, a mio avviso. Per Bill Gates ed Elon Musk e Jeff Bezos ad altri si, ma PER TUTTI ... ehm ... mah! La chiave e’ sara’ SEMPRE quella: l’ENERGIA, tutto il resto ne discende. Una vera rivoluzione energetica (Fusione?) sarebbe veramente un game changer e cambierebbe tutto da cosi’ a pomi’ (dorso, palmo), altrimenti .... tutta fantascienza (che 'ste cose ci saranno PER TUTTI, italiani, americani, giapponesi, cinesi, vietnamiti, angolani, nigeriani, brasiliani ... ricchi, classi medie e poveri ...).

DesJardins: I paesi che soffrono di piu’ per i prezzi del petrolio bassi

Impressionante l’impatto dei prezzi del petrolio bassi (40-50 dollari al barile ormai sono prezzi bassi, quasi bassissimi) su un botto di paesi produttori, come riportato su VisualCapitalist: (i breakeven prices sono i prezzi che servono ai vari stati per non andarci in rosso!)

Fast forward to today, and low oil prices are still causing big problems for many countries. The above interactive visualization from the Council of Foreign Relations shows how the world economies most reliant on oil exports have fared since the 2014 crash.

The end results are not pretty – and even in 2016, there were 18 economies that had breakeven prices (based on spending on imports) that were above the average oil price for the year:

Country2016 Breakeven Price (Based on Imports)Difference from Avg. Oil Price
Libya$134.10-$91.29
Turkmenistan$132.00-$89.19
Colombia$102.30-$59.49
Algeria$101.10-$58.29
Bahrain$92.30-$49.49
Oman$86.80-$43.99
Chad$86.20-$43.39
Qatar$67.00-$24.19
Kazakhstan$64.10-$21.29
Gabon$60.50-$17.69
Trinidad & Tobago$60.20-$17.39
Brunei$58.50-$15.69
Venezuela$54.40-$11.59
Iraq$51.90-$9.09
Saudi Arabia$51.80-$8.99
Azerbaijan$50.90-$8.09
Angola$50.30-$7.49
Nigeria$43.50-$0.69
The oil price crash made many oil-reliant economies more fragile, and this fragility can be triggered in different ways. One interesting case study is Venezuela, which is currently embroiled in an ongoing economic, currency, and humanitarian crisis.

giovedì 20 luglio 2017

World Bank: Studio sulla domanda futura di commodities minerarie legate alle energie rinnovabili

La Banca Mondiale (che, insieme all’IMF, il Fondo Monetario Internazionale, da decenni e’ impegnata nell'implementazione della simpatica pratica della schiavitu’ per debiti di interi stati, fatta passare come aiuto umanitario e allo sviluppo, vedere fra i tanti gli scritti di Perkins) ha rilasciato uno studio sulle commodities minerarie che saranno piu’ richieste nel futuro mondo ad energie rinnovabili (per forza, prima o poi.. e molto prima di quanto le persone non credano, mi sa) :


(...) The future demand for specific metals is not only a function of the degree to which countries commit to a low-carbon future, it is also driven by intra-technology choices. The low-carbon technologies that emerge as most applicable and beneficial, will play an important role in defining the commodity marketplace of the next 50 years. For example, the three leading forms of alternative vehicles — electric, hybrid, and hydrogen — each have different implications for metal demand: electric vehicles require lithium; hybrid vehicles use lead and hydrogen-powered vehicles use platinum. 

Dipendera’ anche dalle scelte che verranno implementate (obbligatoriamente, man mano che le risorsi fossili diventeranno meno economiche e rare), per esempio auto elettriche spingeranno la domanda di Litio mentre auto ad idrogeno quella del platino (!? Mi manca un po’ la relazione idrogeno-platino .... anyway, time to buy visto che siamo a meno di 800 euro l’oncia?).


(...) Big winners will be aluminum, copper, lead, lithium, manganese, nickel, silver, steel, zinc and rare earths
Based on current trends, it is expected that Chile, Peru, and (potentially) Bolivia, will play a key role in supplying copper and lithium; Brazil is a key bauxite and iron ore supplier; while southern Africa and Guinea will be vital in the effort to meet growing demand for platinum, manganese, bauxite, and chromium. China will continue to play a leading role in production and reserve levels in practically every key metal required under low-carbon scenarios. India is dominant in iron, steel, and titanium, while Indonesia, Malaysia, and Philippines have opportunities with bauxite and nickel.

tutto su Mining.com


venerdì 14 luglio 2017

Bagnai: Aiutiamoci a casa nostra

Su immigrazioni e cazzoneria e pressapochismo delle “ragioni” di piddini e piddinoidi un ottimo post di quel fascistone di Alberto Bagnai ;D


(...) Perché, vedete, è un dato di fatto: un conto sono i rifugiati, e un conto gli immigrati. Se ci sono due parole diverse, un motivo ci sarà. E un conto sono i naufraghi, e un altro conto sono i passeggeri (per quanto pericoloso sia il mezzo che sono stati criminalmente indotti a scegliere). Anche qui, se ci sono due parole, un motivo ci sarà.
Riflettiamo sui rifugiati: persone i cui diritti politici o civili (o, in generale, umani) sono gravemente lesi nel paese in cui risiedono. Anche qui, la mia definizione è sbrigativa. Quella corretta esiste, ed è data dalla Convenzione di Ginevra del 1951 sui rifiugiati. Ora, si potrebbe andare sul tecnico, sul difficile... ma andrò sul semplice, dove non vogliono che andiate perché potreste capire cosa sta succedendo. Il semplice fatto che esistano dei rifugiati, cioè persone delle quali è ufficialmente riconosciuto che devono abbandonare una polity e muoversi in un'altra per potersi realizzare come esseri umani, per potersi esprimere, ci fa capire quanto sia essenziale, in termini di promozione umana e di protezione dei diritti universali dell'uomo, che esistano polity diverse. E in cosa si traduce, concretamente, l'esistenza di diverse polity? Nei confini che le separano. A me fa tenerezza, ma anche un po' paura e molto schifo, che ci sia chi, sdilinquendosi ostentatamente per il debole e l'oppresso (rigorosamente altrui), propugna l'abolizione delle frontiere. Un mondo senza confini è come un corpo senza membrane cellulari: un simpatico lago di citoplasma, che il sole di questi giorni farebbe evaporare nel giro di un quarto d'ora. I rifugiati sono persone che hanno necessità di superare un confine per pensare diversamente, e questo semplice dato strutturale ci fa comprendere che chi è sinceramente amico della diversità e della possibilità di esprimerla deve difendere le frontiere (non mi addentro sul fatto che questo sarebbe anche un obbligo imposto dal Trattato di Schengen - basta leggere il Capo II dell'Accordo di Schengen).
 
Ma per qualche strano motivo, gli amici della "diversità" sessuale, culturale, e via dicendo, sono anche quelli che lottano strenuamente insieme al capitale perché venga abolito il presupposto della diversità politica, che poi è il presupposto fondamentale perché le altre diversità vengano riconosciute e disciplinate.
(...) Ma riflettiamo anche sugli immigrati, volete? Immigrare è un diritto? La risposta è un sonoro (ma taciuto dalla nostra stampa serva e vile, e quindi inascoltato dai suoi lettori boccaloni): 
no. 
E non è la risposta mia: è la risposta dell'ordinamento (come stiamo capendo ora che Franza e Spagna ci stanno prendendo a pesci in faccia, e noi scopriamo di non potergli dire niente perché loro stanno semplicemente applicando le regole), ma è anche la risposta di filosofi che si sono interrogati sul concetto di giustizia nel loro lavoro di ricerca, e che quindi si presuppone ne sappiano un tantino di più dei giornalisti, scherani del capitale, squadristi del fascismo dell'opinione, cancro della democrazia. Mi riferisco in particolare a David Miller, che si pone esplicitamente la domanda se esista un diritto umano ad immigrare, e si risponde: no (fra l'altro, sollevando un tema del quale concretamente nessuno parla, ovvero quello di come tutelare i diritti umani di chi invece ha diritto a rifugiarsi altrove: perché i cosiddetti "migranti economici", cioè gli immigrati - clandestini o meno - non solo si appropriano liberamente del capitale sociale di una comunità, in un mondo in cui il capitale privato invece si difende benissimo - come ci ricorda Mario Nuti - ma compromettono seriamente il sacro diritto dei rifugiati di trovare asilo politico, rendendone l'esercizio ulteriormente penoso, o magari vedendoselo rifiutare, come sta succedendo ai tibetani, che sono "meno migranti" degli altri). 
Andrebbe anche detto, ma sono pochi a farlo, che un conto è un paese in crescita, e un conto un paese in recessione (e mantenuto in questo stato per precise scelte politiche)! (...)

Leggi tutto QUI

Scusate ma ... ancora un po’ su immigrazione, merDia e pensiero magico da piddino

E niente, anche se ormai e’ ufficiale che e’ stato il governo piddino dell’epoca a volere che tutti gli immigrati, rifugiati o clandestini che siano, fossero e siano tuttora portati tutti esclusivamente in Italia (!!!) anche oggi si sono beccato l’ennesimo TG3 che insisteva con la narrazione dei quotidiani 1000-2000-3000 "profughi” (zoom sulla donna e sul bambino ... anche se ormai l’ha capito anche il piddinoide piu’ tonto che sono nella stragrande maggioranza maschi in eta’ militare) “salvati” dall’affogamento, in fuga da guerre (anche dove non ci sono, la maggioranza) e fame (anche se arrivano ciccione e palestrati).

Cheddire, la questione dei “migranti” e’ talmente densa di affermazioni fra l’improbabile, il fuori di testa ed il palesemente falso da parte dei merDia e della politica che non si sa da dove cominciare. 

Cominciamo dalle curiosi affermazioni di un pajo di noti globalisti (!): Bill Gates l’altro giorno se n’e’ uscito pubblicamente dicendo che bisogna rendere piu’ difficile immigrare in Europa e smetterla di trattare chiunque arrivi coi guanti di velluto, garantendogli sanita’, medicine, cure, casa, cibo, telefonino, vestiti ... ormai anche in Africa hanno internet e i cellulare e se mandi il degnale “venghino sior siori, venghino che e’ il paese dei balocchi” stupisciti poi che si buttino a mare in quantita’ crescente, senza bisogno di fuggire da nessuna guerra e da nessuna fame. Puro buon senso direi. Poi le anime candide tirano fuori la storia che ne affogano sempre di piu’... ma cazzo, ce li avete sulla coscienza voi che insistete a dire “venite, venite!”. In Australia hanno fatto una politica chiarissima nei paesi poveri limitrofi, pubblicita’ martellanti che dicono “se vieni da noi senza rispettare le regole sarai rispedito a casa tua”. E - miraaaacolo! - non affogano un giorno si ed uno no nel tentativo di arrivare nella terra dei canguri.

Contro ogni minima logica te li trovi ad affermare pubblicamente che bisogna spendere per insegnargli l’Italiano, poi spendere per insegnargli un mestiere, e poi garantirgli un lavoro .... ma santissimo cielo, ma con 270mila italiani che sono fuggiti dall’Italia in cerca di lavoro e speranza e prospettive altrove solo nell’ultimo anno?!?! E dovremmo garantire un lavoro ad un clandestino? Ma cos’e’, una barzelletta?! Ma possibile che non si rendano conto dell’affermazione a sfregio che fanno in faccia ai disoccupati-sottooccupati-voucherati italiani? Ci sono 10-12 milioni di italiani che non hanno soldi per pagarsi cure e medicine, abbiamo (grazie, per altro, alle geGniali politiche sposate da decenni da piddini e parapiddini) una disoccupazione giovanile al 40% almeno, una produzione industriale (grazie alla globalizzazione sposata da decenni .. idem) crollata di un 25% in pochi anni, le banche allo sfascio (grazie all’austerity e alle regole europee sposate ... idem).. e c’e’ che ha persino la faccia di merda di venire a parlare di garantire un lavoro all’immigrato?? Giuro, io mi stupisco che nessuno sia ancora andato a cercarli a casa col forcone 'sti “illuminati progressisti". 

Altra affermazione recentissima di un altro alfiere del mainstream liberista-bancario-finanziario, Macron, che dalla Francia fa sapere che il primo problema dell’Africa e’ che le donne mettono al mondi in media 7-8 figli ognuna (vedi per esempio QUI e QUI). Uuuh! Ha detto l’indicibile sto Macron (ci sara’ da domandarsi il senso di due uscite del genere da parte di sue soggettini cosi’, in apparente dissonanza con le varie idee che li vogliono intenti alla distruzione dell’occidente in quanto tale). Cazzo, ma questo rovina tutta la narrazione dei merDia della madonnina nera con bambino (sempre rigorosamente uno solo) ed obbliga a quella che a me pare una ovvia presa di coscienza del fatto che foooorse se fuggono dalla fame e’ (anche, possiamo accettare un anche amico piddino?) perche’ mettono al mondo figli ad cazzum? Insomma magari magari se sono nella merda (e lo saranno sempre di piu’ di questo passo) e’ (anche) colpa loro? 


Guardate che roba arrivano a prevedere quegli psicopatici dell’ONU:



Secondo loro nel 2100 tutte le piu’ grossi megalopoli saranno fra Africa e India, con citta’ africane da 70-80-90 milioni di abitanti (?!?! :O). Sono gli stessi psicopatici-cazzoni che sono arrivati a prevedere uno scenario per l’Italia con immigrazione di 2,2 milioni (milioni!) di africani l’anno, ogni anno, cosi’ da avere 200 milioni di abitanti in Italia (194 per l’esattezza, sbagliava Chris Cersei nel tweet qui sotto ... per chi non lo sapesse in Italia siamo sui 60 milioni da decenni) per il 2050, con italiani ridotti a solo il 20% della popolazione, l’80% immigrati e loro figli (:O !!!!)


E poi ci vengono a dire che scappano dalla fame e dalle guerre che dobbiamo aiutarli, messi come siam messi noi poi? Incredibile, da manicomio, veramente.




Questi psicopatici/globalisti/delinquenti/cazzoni dell’ONU sono gli stessi sulle cui previsioni i geGni del PD come D’Alema ci vengono a dire che dobbiamo prenderci milionate di africani se no niente pensioni! .. ma branco di cazzoni coglioni, ma davvero pensate che avrete una pensione di sto passo? E anche se fosse vero che l’immigrazione di giovani (i nostri scappano by the way e sempre giovani sono.. gia’ questo invalida tutto il loro ragionamento) garantirebbe l’INPS per qualche anno in piu’ ... ci arrivi a capire che non faresti altro che post-porre il problema? Questi giovani, africani o meno, poi non invecchieranno e vorranno, giustamente, anche loro una pensione? (sempre glissando sul banale ed ovvio fatto che non c’e’ lavoro! .. ancora, grazie a Monti e al PD) E quindi? fra 20 anni di nuovo immigrati per garantire le pensioni e cosi’ via, all'infinito? Che il mondo (e l’Italia) ha dei limiti non pervenuto ovviamente.


"Nooo, sono le cattive multinazionali che depredano l’Africa!" Ok, lo sapete che io sono certamente convinto che si, e’ vero che le multinazionali sono armi di distruzione di massa ma ... ma solo nella martoriata Africa colpiscono le multinazionali? Le multinazionali lavorano per noi occidentali a scapito degli altri popoli del mondo? Forse era vero qualche decennio fa ma come anche i vari Perkins e Prins scrivono ormai da decenni il mondo delle multinazionali, nella piega iperfinanziaria che tutto ha preso a livello globale in particolare dopo il crollo del muro di Berlino, ormai le vittime di questo sistema non sono piu’ da mo (dovremmo averlo notato, santo cielo!) solo nel terzo mondo ma ovunque, anzi, in particolar modo in occidente, dove la globalizzazione e il dogma liberista (sposato alla perfezione dai nostri amici “anime nobili”. Tz) da lustri stanno impoverendo le classi medie, delocalizzando le industrie e rapinandole con QE e politiche monetarie che servono ad arricchire, come spero sia ormai arcinoto, i soliti ricchi.

Fra l’altro, le multinazionali che depredano le risorse africane .. perche’, gli africani non usano auto, non hanno cellulari, non bruciano benzina, non usano batterie al litio e cobalto? E allora! Anche loro sfruttano le loro risorse ormai. E vallo a raccontare, per dire, ad un minatore africano che il suo stipendio e il suo benessere devono finire perche’ i minerali che mina sono un furto per l’Africa. .. e come se gli occidentali (i cinesi non so /sarc) non avesser in cambio portato anche strade e ferrovie, ospedali e reparti di pediatria, medicine e cure e scuole in Africa. E allora bona, basta con sta storia della povera Africa sfruttata e dell’occidentale cattivo cattivo. 'Ste "anime candide" smettano di usare petrolio (magari nigeriano), cellulari (le batterie molto probabilmente usano cobalto africano), vestiti proveniente da manifatture nel terzo mondo, e tuttecose ... e poi mi vengono a fare la ramanzina col ditino puntato.

"Ma il global warming! Scappano dai cambiamenti climatici poverini" .. cazzo, ma ce li avete gli occhi? Anche se e’ subito scomparsa dai tg non l’avete sentita la notizia che in tutta Italia siamo a livelli epocali di siccita’ e che gran parte dei raccolti sono a rischio se non gia’ compromessi? Quindi? Li dobbiamo accogliere noi perche’ da loro ci sono i cambiamenti climatici??

Ed e’ tutta cosi’, uno snocciolare quotidiano di assurdita’ logiche e balle, come snocciolare un rosario quotidiano ... “ci vuole un piano Marshall per l’Africa!”... ma santo cielo, ci sono la meta’ dei bambini in Grecia che sviene a scuola perche’ i genitori non hanno soldi per dargli anche la colazione (oltre al lusso di un pajo di pasti al giorno), ci sono malati che crepano nel dolore perche’ non ci sono i soldi per la morfina (sempre in Grecia), da noi tutto il sorridersi di eventi di cui sopra, disoccupazione, emigrazione ... ecco, questa e’ di oggi:







E mi parli di un piano Marshall per l’Africa? Ma ci sei o ci fai? 
1) siamo nelle condizioni di anche solo pensare di essere in gradi aiutare qualcun altro, che stiamo scivolando nella merda noi stessi? Con che risorse, con che cazzo di soldi? 
2) perche’, c’e’ stata una "guerra mondiale africana”? 
3) ma si rendono conto che parlando da sempre di "aiutare l’Africa" e’ come se certificassero che gli africani da soli non sanno fare un cazzo, che sono come bambini incapaci di intendere e di volere e che hanno bisogno di un “padre” (o “madre” visti i tempi) che li accudisca? Cosa sono per loro, una razza inferiore?
4) nessuno glielo ha mai detto che e’ proprio e sempre con la scusa degli aiuti che si neocolonizza da mo?

Allucinante. Vi giuro non ci si crede la mareggiata infinita di stronzate e balle e falsita’ ed idiozie che escono dalla tana di piddini e piddinoidi (quelli che non votano PD, votano per i vari “comunisti”&co (lol) .. che strigni strigni poi votano sempre tutto quello che vota il PD per come gli arriva nelle veline del Vero Potere, come lo chiama Barnard)



  • La poverta’ in Italia e’ triplicata sotto i nostri governi? > Aiutiamo gli africani :D
  • Le banche falliscono (grazie anche alle nostre politiche di austerita’ ed ossequo ai dictat UE/Germania/finanza/liberismo) e le salviamo a suon di decine di miliardi (di tasse che paghiamo noi visto che non abbiamo piu' una banca centrale e siamo in balia si un sitema folle e predatorio che abbiamo voluto strenuamente ed orgogliosamente noi piddini)? > Siam stati bravi! Le abbiamo salvate :D
  • Abbiamo un 40% di disoccupazione minorile e un quarto di milioni di italiani che fuggono in cerca di fortuna all’estero? > Facciamo lo Jus Soli e la lotta ai fasssisti! (con la Boldrini - personaggio fra l’amletico e l’infame - che non si fa pero’ problemi a ricevere i neo-nazi alleati ucraini) 

Non so, gente, non ho parole, non ci si crede che siamo ridotti a 'sti livelli. Con il macello in atto pare che ancora un italiano su 3 sia favorevole a sta gente, continui a bersela, convinti poi di essere degli eroi antifascisti, dei partigiani! Dopo 2-3 decenni in cui hanno lavorato solo per svendere lo svendibile, massacrare i diritti dei lavoratori, perdere democrazia, sovranita’ ed una banca centrale a garanzia, firmare TTIP e simili, leccare il culo alle multinazionali e all’iperfinanza ... riescono anche a raccontarsi di essere antifascisti e progressiti.  In-cre-di-bi-le.










Tornando all’Africa (visto che e’ li che si concentra l’aumento della popolazione.. ma pure l’India, per dire, non scherza mica), lo dico da anni e lo ripeto > se vuoi davvero aiutarli c’e’ solo una cazzo di casa seria e forse realmente attuabile da fare: insegnargli ad usare i preservativi. Se no le mega-rogne saranno in primis per loro e di riflesso anche per noi se continua ‘st’andazzo.